MENU

Gli elementi che non possono mancare nei regolamenti del rinnovo delle Concessioni

ECONOMIA E POLITICA - 16 01 2023 - Ezio (Mèngu)

CONDIVIDI

/Giustizia.- Raffaello Sanzio- 1508 – Musei Vaticano. Città del Vaticano
Giustizia.- Raffaello Sanzio- 1508 – Musei Vaticano. Città del Vaticano

Giunge l’indomani. Il Ruseghina aveva proposto la sera prima agli amici di attuare un rilassamento con la collaborazione delle loro mogli che sovente prendevano scuse, come il gran mal di testa, ma quella sera considerato l’importanza dell’argomento che si sarebbe trattato il giorno dopo, le consorti si sono dimostrate affettuose come la prima notte di nozze.  Alle ore 11.00 dell’indomani, puntuale come una guardia svizzera, il Ruseghina  ha radunato tutta la sua squadra al bar, ha offerto questa volta una “ taneda “ a cranio  ( erbe di montagna di Valtellina)  per frollare ancor di più i nervi. Ecco! Lui si erge sopra il piano di un tavolino e con braccio teso, a significare la solennità delle sue parole, legge un’altra parte del documento Coordinamento Comitati “ Grande Idroelettrico”. Cita gli elementi che non possono assolutamente mancare nel rinnovo delle Concessioni.

 

Dice, papale, papale, che ora entra nel vivo della tematica poiché non vuole solo lasciare sulla carta tutta la tematica, come già successo negli ultimi 20 anni e legge:

E’ questa la fase che permette di entrare nel vivo e di dare effettiva applicazione alle leggi per non lasciarle esclusivamente sulla carta come già successo negli ultimi 20 anni.

Ci sono degli elementi qualificanti che non possono mancare nelle leggi e nei regolamenti regionali.

- Il rinnovo delle concessioni deve garantire il rispetto e la tutela dell’ambiente.

- E’ necessario riconoscere il valore strategico della risorsa acqua per i territori montani in particolare. Un bene primario fondamentale per gli usi civili ed agricoli, per l’ecosistema e il paesaggio, per lo sviluppo del turismo e riserva utile a fronteggiare le crisi idriche generate dai periodi di siccità sempre più evidenti anche alle nostre latitudini.

- Il rinnovo deve prevedere uno sfruttamento rispettoso della risorsa con obblighi e restrizioni ben definiti rispetto alla gestione con previsione di revoca della concessione e sanzioni in caso di non rispetto degli stessi.

 - Gli obiettivi minimi di miglioramento e risanamento dei bacini idrografici con la previsione di piani di intervento e manutenzione diffusa dovranno essere chiaramente espressi nei bandi per il rinnovo delle concessioni.

- Far rispettare le normative ambientali vigenti europee, nazionali e regionali ai Concessionari in prossima scadenza, in quanto gli invasi e i tratti di fiumi sottesi da prese e canali sono corpi idrici da tutelare.

 

L’attenzione è assoluta. Fatto questo eccezionale poiché l’amico Franco, come sua consuetudine, nei punti più salienti bofonchiava perché voleva chiedere delucidazioni, ma Mauro gli ha posto una mano sulla bocca, altrimenti ci avrebbe stroncato i nervi con la sua favela interminabile e inconcludente. Nessuno del gruppo ha mostrato segni di disaffezione sul tema su ogni punto specificato. Dopo un batter di piede militare del Ruseghina è poi seguito un battimano che l’ha udito anche la statua marmorea della “Maria Lüisa “in piazza Cavour.  Si è venuto poi a sapere che la Maria Lüisa è stata vista scrivere i punti salienti sul libro di pietra che ha in mano in modo tale che un domani qualcuno non possa dire: roba pregressa, non ero presente.  Il Rüseghina, vedendo poi il gran discutere dei suoi amici sugli argomenti letti,ha preferito chiudere la “ seduta “  e rilassarsi con una partitina  a carte dicendo solennemente al gruppo: lunedì  continuiamo con il tema gravoso dell’efficientamento, sulla sicurezza e sul rispetto ambientale. 

 

Continua…

 

Ezio (Mèngu)

LASCIA UN COMMENTO:

DEVI ESSERE REGISTRATO PER POTER COMMENTARE LA NOTIZIA! EFFETTUA IL LOGIN O REGISTRATI.

0 COMMENTI